Spazio Dandy è più di Cowboy fratello minore demente di Bebop

Video recente

Questo browser non supporta l’elemento video.

Inevitabilmente, Space Dandy è stato vittima del proprio hype. Lo spettacolo segna il grande ritorno del regista Shinichirô Watanabe alla fantascienza 15 anni dopo il suo lavoro sul seminale Cowboy Bebop, che rimane un gold standard riconosciuto per la forma anime sia in Giappone che negli Stati Uniti. In linea con l’appeal internazionale del lavoro di Watanabe, Space Dandy è la rara serie anime che presenta in anteprima i suoi episodi negli Stati Uniti poche ore prima della loro anteprima in Giappone. Ciò rende ogni nuovo episodio di Space Dandy un evento globale di fatto, e quindi la serie dovrebbe essere il prossimo grande e rivoluzionario spettacolo anime per giustificare tale attenzione e anticipazione.

Lo spazio Dandy non è nessuna di queste cose. Questo è uno spettacolo orgogliosamente frivolo, che si diletta nel suo giovanile senso dell’umorismo e deride l’idea stessa di una trama in corso. Lo spettacolo è un ritorno surreale a un’epoca passata della fantascienza, come un vecchio serial di Flash Gordon o uno stravagante fumetto di Superman della Silver Age—se l’eroico protagonista fosse ossessionato da mozziconi e seni. Ciò non significa che Space Dandy sia una delusione. Cinque episodi nella sua corsa, Space Dandy ha dimostrato di essere molto ambizioso, solo in un modo molto diverso dal grande fratello Cowboy Bebop.

G/O Media può ottenere una commissione

Pubblicità

La premiere della serie di Space Dandy va fuori di esso per annunciare il tono anarchico e irriverente dello show. L’eroe titolare e sportivo dello show è un cacciatore freelance per alieni esotici e non registrati in un futuro lontano; viaggia per la galassia nella sua astronave rotta, l’Aloha Oe, con solo un robot simile e un inutile alieno felino per compagnia. Un’introduzione pre-crediti spiega utilmente che queste sono le avventure di ” Space Dandy e il suo coraggioso equipaggio spaziale in nello spazio.”La convinzione dello show che la parola “spazio” sia sufficiente per fare qualcosa di fantastico tra serio e ironico, poiché le performance vocali e l’animazione dei personaggi sono giustapposte a panorami cosmici strabilianti.

La premiere in generale rappresenta Space Dandy al suo più sciocco assoluto, con i lunghi paeans di Space Dandy ai punti più fini dell’anatomia femminile e gag consapevoli di sé che infrangono la quarta parete nei primi cinque minuti. Il tutto sembra un grande scherzo, uno che potrebbe essere a spese del pubblico. Ma il risultato cruciale di questo primo episodio è che dimostra il potenziale illimitato del formato di Space Dandy. Tra Cowboy Bebop e la serie storica Samurai Champloo infusa di hip-hop, Shinichirô Watanabe ha da tempo dimostrato un fascino nel mescolare stili e generi, e Space Dandy porta quell’impulso al suo estremo logico. La versione predefinita di questo spettacolo potrebbe essere un’avventura spaziale intenzionalmente ridicola, ma la maggior parte degli episodi trasmessi finora perde interesse per quella premessa ed esplora altre possibilità narrative.

Pubblicità

Un episodio raffigura un incontro solenne e filosofico con uno chef di ramen extra-dimensionale, mentre un altro spende metà della sua lunghezza considerando se l’universo sarebbe un posto migliore se tutti fossero uno zombi. Il quinto episodio,” A Merry Companion Is A Wagon In Space, Baby ” segna un punto culminante iniziale per la serie: Trova Spazio Dandy a malincuore lasciando la sua solita immaturità alle spalle per prendersi cura di una ragazza aliena orfana. L’episodio è ancora una commedia-Dandy non spenderebbe una percentuale così alta della storia nel corpo di un pinguino giocattolo se non lo fosse—ma i battiti emotivi sottostanti sono giocati dritti e stanno davvero influenzando. Sia Space Dandy che Space Dandy hanno cuore, anche se entrambi preferiscono nasconderlo in circostanze normali.

Tali avventure una tantum rivelano i benefici dell’atteggiamento cavalier dello show verso la continuità tra gli episodi. Space Dandy a volte spinge il pulsante di reset narrativo per il gusto di ridere, uccidendo casualmente e resuscitando personaggi di supporto in più occasioni. Il quarto episodio, “Sometimes You Can’t Live Without Dying, Baby” è molto più avvincente perché non si perde tempo tentando di curare una zombificazione improvvisa. Invece di seguire quei ritmi di storia attesi, l’episodio sviluppa la sua assurda premessa di una società basata sugli zombi il più lontano possibile. Questo è il tipo di volo scombussolato di fantasia creativa che non potrebbe facilmente adattarsi a uno spettacolo con una struttura narrativa più rigida—o uno con un senso coerente di narrazione di sorta.

Pubblicità

L’unica costante in mezzo a questo caos narrativo è l’animazione; Space Dandy potrebbe essere considerato un successo semplicemente come una vetrina per le sue splendide immagini. La sua galassia è raffigurata come un luogo luminoso, colorato e caotico; Watanabe arruola un designer di creature diverso per ogni nuovo pianeta alieno che l’equipaggio di Aloha Oe visita. Questo approccio ha creato un universo di creature incredibilmente vario e visivamente accattivante. L’animazione è abbastanza forte da sostenere i momenti più drammatici e atmosferici dello spettacolo senza travolgere i cambiamenti verso la commedia surreale. Anche quando gli esperimenti narrativi non funzionano, lo spettacolo è sempre divertente da guardare.

Space Dandy è tutt’altro che perfetto, e non tutti i suoi elementi cacofoni e anarchici funzionano. In particolare, gli sfortunati sforzi del malvagio Impero Gogol per catturare un Dandy ignaro potrebbero presto diventare noiosi se non viene offerta alcuna spiegazione per le loro buffonate. Ma questa manciata iniziale di episodi selvaggiamente inventivi e costantemente sorprendenti ha dimostrato il valore della struttura a forma libera di Space Dandy. Questa potrebbe essere solo la prossima serie anime rivoluzionaria, dopo tutto, anche se non nel modo in cui qualcuno avrebbe previsto.

Annuncio

Grado: B+

Creato da: Shinichirô Watanabe

Protagonisti: Ian Sinclair, Alison Viktorin, Joel McDonald, J. Michael Tatum, Alexis Tipton

Annuncio

in Onda: sabato alle 11:30 Eastern su Cartoon Network

Cinque episodi guardati per la revisione

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.