Le 9 regole non dette di Snapchat non dovresti ignorare

#1. Non prendere troppi scatti in un giorno.


popxo

Datevi un limite ed evitare costantemente scattare ogni singola cosa che accade. Inoltre, da quando Snapchat ha tirato fuori il timer sulle storie, è difficile dire esattamente quanto tempo saranno. Non mettere i tuoi amici in quel tipo di inferno.

#2. Non inviare scatti di un secondo.


robsessedpattinson

ARRESTO. ESSERE. QUALI. A. STUZZICARE!!! SOLO!!! Si fermi!!!!!!!

#3. Non tutti sono un lettore veloce. Basta impostare le foto a 10 secondi già, dannazione.


giphy

C’è qualche dibattito su 10 secondi che è troppo, ma pensaci. Se hai finito di guardare la foto, tocca di nuovo. Seriamente. Non deve essere cosi ‘ difficile, fam.

#4. Fai attenzione a dove apri i tuoi scatti.


pinterest

Soprattutto quando è da qualcuno che non conosci o conosci a malapena. Non ci sono specie più imprevedibili di un cane corno con Snapchat. E sì, stiamo parlando di foto di dick.

#5. Non scattare e bere.


asocialmediaagency

Snapchat deve avere un codice di accesso per verificare se sei sobrio o meno. Gli snap possono durare solo pochi secondi, ma gli screenshot vivono per sempre.

#6. Gli screenshot sono solo per i degni.


tumblr

Gli screenshot sono un lusso solo per gli amici più vicini. Eccezione. Capito? No. ECCEZIONE.

#7. I tuoi scatti non devono essere perfetti.


giphy

Doppio mento? Acne? Un hobo photobombing il tuo selfie? Non preoccuparti. Abbraccia la natura cruda di Snapchat.

#8. Sii consapevole di chi può vedere i tuoi scatti (cioè non inviare/condividere scatti nudi).


tumblr

Quando pubblichi qualcosa purtroppo deplorevole per la tua storia c’è ancora tempo per eliminarlo (o modificare le impostazioni di visualizzazione), ma se quella cosa purtroppo deplorevole è stata inviata a qualcuno, allora sei nella merda profonda, amico mio.

#9. Se flirtare non va oltre Snapchat, probabilmente non sta andando da nessuna parte.


giphy

Andiamo, ragazzi. Abbiamo tutti avuto una striscia di Snap che è andata avanti per così tanto tempo che ci ha fatto chiedere: “cosa sta succedendo qui?”Ma la fredda e dura verità è: se i problemi di impegno fossero un’app, sarebbe Snapchat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.