Cosa succede quando si verifica il burnout in esecuzione?

allenamento per maniaci della maratona

“E’ stupido. Odio tutto questo. E ‘ stupido. Odio tutto questo.”Più e più volte, quelle due frasi mi sono passate per la mente per le ultime, oh, 13 miglia della mia maratona più recente. Potevo quasi assaporare l’amarezza in ogni respiro mentre mi dirigevo verso il traguardo, una linea che non ero nemmeno sicuro di voler attraversare.

Come ogni corridore, ho avuto un sacco di brutte gare. Ho pensato a cose meno che onorevoli sulle mie amate maratone prima di correre, ma quella sensazione è sempre evaporata non appena ho finito. Non ho mai dubitato che l’allenamento e le miglia valessero la pena, ma questa volta, l’ho fatto. Questa volta era diverso.

Subito dopo aver attraversato la linea, pensavo ancora che la gara fosse stupida e la odiavo ancora. Una settimana dopo, mi sono sentito allo stesso modo. E una settimana dopo, mi sono messo in time out. I miei pensieri negativi e sentimenti verso la corsa dovevano essere valutati.

Quando ho iniziato ad allenarmi per la mia prima maratona cinque anni fa, non avevo idea di quale grande parte della mia vita sarebbe diventata la corsa e il fitness. Si potrebbe dire che sono diventato una donna posseduta; per un po ‘ lì, è stato difficile per me avere una conversazione che non ruotava intorno a correre in qualche forma o moda. Fare una vacanza? Solo per una maratona! Andare a casa a trovare la mia famiglia per le vacanze? Un trotto di tacchino meglio essere coinvolti. (Sì, sono stato molto piacevole essere in giro.) Il fatto che ho incontrato mio marito in un momento della mia vita in cui ho viaggiato per le gare quasi ogni fine settimana è a dir poco miracoloso.

Related: Le bugie in esecuzione mi dico

Mi sono reso conto che non c’è stato un giorno da quando ho iniziato a correre che la mia vita non ruotava intorno all’allenamento e alle corse. Anche durante i lunghi tratti in cui sono stato ferito, ho tracciato il mio ritorno, il cross-training come una persona pazza e ho tracciato quali stati conquistare dopo. Tutta questa pressione autoimposta è arrivata alla testa nella mia ultima maratona, e i risultati sono stati brutti.

Un tempo correre era un’attività che mi aiutava ad alleviare lo stress—ma da qualche parte lungo la strada, ha iniziato a causarlo. E ‘ solo colpa mia. La corsa merita di meglio, e anche io.

Sto rivalutando tutto ciò che riguarda lo sport, da dove e quando corro a ciò che mangio prima di una lunga corsa, da che tipo di programma di allenamento uso a quale distanza corro. Se ne ho voglia, potrei completare il mio intero ciclo di allenamento (sì, quattro mesi interi) senza mai indossare il mio Garmin. Quando riavro ‘il mio ritmo, spero che la riunione sara ‘ancora piu’ dolce.

Correlati: Alimentando il tuo fuoco Per l’esecuzione di

Ho dovuto imparare questa lezione nel modo più duro, ma puoi evitare di diventare una vittima del burnout seguendo questi suggerimenti

1. SII ONESTO CON TE STESSO: se tendi a ossessionare le cose, cerca i primi segni di comportamento malsano e stroncalo sul nascere.

2. AVERE UNA OFFSEASON: Dopo una grande gara – o ogni volta che si sente come è necessario-prendere un paio di settimane o mesi per rilassarsi e concentrarsi su altre forme di fitness. Correre sarà più divertente quando si avvia di nuovo.

3. NON PROGRAMMARE TROPPO: Può sembrare che tutti corrano 50 gare all’anno, ma non è necessario. Scegli gli eventi che ti eccitano e lavora con il tuo programma.

Danielle Cemprola vive nella Carolina del Sud con suo marito e Rottweiler. Quando lei non è in esecuzione, Danielle blog a trexrunner.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.